http://simri.it/
2019 20 DIC
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Fumo di sigaretta e fattori urbani e ambientali come predittori di malattia respiratoria negli adolescenti italiani

Interventi preventivi di educazione sanitaria non più rimandabili

Il monitoraggio del rischio di salute in età pediatrica è utile per stimare effetti dannosi sulla salute in età successive. Uno studio realizzato nella realtà della cittadina di Chivasso, in provincia di Torino, ha cercato di valutare gli effetti del fumo di sigaretta e dell'inquinamento ambientale sulla salute respiratoria di una coorte di studenti dai 6 ai 19 anni di età (poi suddivisi in tre gruppi: 6-10, 11-15, 15-19 anni).

I 188 pazienti reclutati sono stati indagati con un questionario, una spirometria, una prova con la tecnica dell'oscillazione forzata (FOT) e il dosaggio urinario di cotinina e isoprostano.

Il dosaggio della cotinina urinaria si è rivelato avere una chiara correlazione con l'esposizione al fumo di sigaretta e a pari esposizione (soggetti non fumatori, fumo passivo, fumo attivo), ha evidenziato come i soggetti del gruppo tra gli 11 e i 15 anni, presentino concentrazioni di cotinina inferiori. Tale riscontro sembra dovuto a fattori ormonali attivanti sistemi enzimatici protettivi ed è meritevole di ulteriori studi futuri. Il fumo di sigaretta è poi risultato essere un fattore di rischio per l'incremento della FEV1/FVC ratio e della resistenza totale misurata con FOT. L'impatto del fumo passivo in questo studio sembra invece essere rilevato solo dalla FOT, metodica che pare in tal senso essere più sensibile rispetto alla spirometria.

I messaggi conclusivi dello studio sottolineano l'utilità del monitoraggio  in età pediatrica per impostare strategie preventive per il futuro. Il fumo di sigaretta, sia attivo che passivo, rappresenta una causa importante di malattie respiratorie e il controllo di tale esposizione è un esempio di come si possano prevenire gli effetti dannosi legati all'inquinamento ambientale. Un limite dello stesso studio è invece legato alla stima dell'inquinamento legato al traffico automobilistico e alla valutazione della vita in aree rurali o urbanizzate. Tali dati sono stati analizzati solo tramite il questionario anamnestico, basato su risposte soggettive. Ciò nonostante vale la pena sottolineare come anche interventi preventivi in tale direzione siano mandatori per garantire un miglior stato di salute delle vie aeree dei nostri pazienti.

Fonte:
Bellisario V, Piccioni P, Bugiani M, Squillacioti G, Levra S, Gulotta C, Mengozzi G, Perboni A, Grignani E, Bono R, Int J Environ Res Public Health2019 Oct 22;16(20). pii: E4048. doi: 10.3390/ijerph16204048. Tobacco Smoke Exposure, Urban and Environmental Factors as Respiratory Disease Predictors in Italian Adolescents.

Articolo a cura di Angelo Mazza