http://simri.it/
2015 06 AGO
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Famiglia - Medico

Asma in età prescolare: aggiornate le raccomandazioni canadesi

Lo scorso maggio è stato presentato l'aggiornamento delle raccomandazioni della Canadian Thoracic Society e della Canadian Paediatric Society sulla diagnosi e il management dell’asma nei bambini in età prescolare

L’aggiornamento 2015 delle raccomandazioni canadesi sulla diagnosi e il management dell’asma in età prescolare si prefigge come obiettivo quello di rendere più precoce la diagnosi di questa condizione in questa particolare fascia di età: la position paper, di conseguenza, è quasi interamente dedicata ai criteri diagnostici. 

Secondo il gruppo della Prof. Ducharme, in controtendenza con alcune delle linee guida sul tema pubblicate negli scorsi anni, la diagnosi può e deve essere facilmente posta nei bambini di età compresa tra 1 e 5 anni che vadano incontro a sintomi ricorrenti compatibili con quelli tipici dell’asma (almeno 2 episodi), anche se scatenati da infezioni virali, che regrediscono con i broncodilatatori (secondo quanto rilevato direttamente dal medico o riferito in modo convincente dai genitori).

Gli autori suggeriscono inoltre di utilizzare direttamente il termine “asma”, abbandonando i termini “broncospasmo”, “bronchite con fischio/sibili” e “happy wheezer”, ed indicano gli steroidi inalatori quale trattamento più efficace per l’asma anche in questa fascia di età.

Insomma, un altro capitolo di una storia infinita e affascinate: in attesa del successivo, ci si chiede se i criteri proposti non siano troppo poco restrittivi e se possano quindi esitare in una sovrastima della patologia. 

FONTE: Ducharme FM et al. Diagnosis and management of asthma in preschoolers: A Canadian Thoracic Society and Canadian Paediatric Society position paper. Can Respir J. 2015 May-Jun; 22 (3): 135-43

 

 

Articolo a cura di Maria Elisa Di Cicco