http://simri.it/
2015 31 AGO
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Maggiore attenzione all'uso dei farmaci nel bambino: i nuovi dati del report 2014 dell'Osservatorio Nazionale sull'impiego dei Medicinali (OsMed) dell'AIFA

E' stato recentemente pubblicato a fine luglio 2015 il rapporto nazionale anno 2014 sull' Uso dei Farmaci in Italia dell'AIFA.

L'Agenzia Italiana del Farmaco riporta in premessa i dati aggiornati dell'impiego dei farmaci in età pediatrica. In particolare, a seguito dell'entrata in vigore il 26 Gennaio 2007 del Regolamento Pediatrico (Regolamento (CE) N. 1901/2006 e N. 1902/2006) allo scopo di tutelare la salute della popolazione pediatrica, nel giugno 2013 la Commissione Europea ha pubblicato un report contenente i risultati dei primi 5 anni di applicazione del Regolamento Pediatrico, evidenziando un incremento della qualità e della quota degli studi clinici condotti nella popolazione pediatrica rispetto al numero totale di studi (da 313 soggetti arruolati a 39.895). Molto resta ancora da fare rispetto a quanto approvato nel 2008 dal comitato Pediatrico dell'EMA: infatti, solo una parte dei più di 600 Piani di Indagine (PIP-Paediatric Investigation Plan, che definiscono la metodologia per la conduzione degli studi clinici atti a dimostrare la qualità, efficacia e la sicurezza di un medicinale nella popolazione pediatrica) sono stati ad oggi completati.
Nel Report OsMed per stimare la prevalenza dell'uso dei farmaci in età pediatrica (minore 18 anni) sono stati utilizzati i dati provenienti da 36 ASL e 5 Regioni, distribuite tra nord, centro e sud Italia, a cui afferisce una popolazione di quasi 30 milioni di assistiti. Si registra un' elevata prevalenza (71%) dell'uso dei farmaci sopratutto in bambini (0-4 anni). I farmaci per l'apparato respiratorio costituiscono la categoria di maggiore utilizzo (45%). I farmaci che mostrano la maggiore incidenza di consumo pediatrico in percentuale del consumo totale sono: Budesonide (15,6%), Beclometasone (10,7%),  Salbutamolo (6,9%), Fluticasone (6,9%), Cetirizina (6,9%), salbutamolo/ipratropio (6,8%), Montelukast (4,6%). Si conferma un uso molto limitato in pediatria delle associazioni Salmaterolo/fluticasone (1,0%), e dello steroide per via sistemica Betametasone (3%) e Prednisone (0,6%).

Fonte:
http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato1407550.pdf

Articolo a cura di Stefania La Grutta