http://simri.it/
2015 06 OTT
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Fisioterapia respiratoria per il trattamento di bronchiectasie non-FC: Ci sono prove?

Le bronchiectasie non-FC (non-fibrosi cistica) sono una condizione patologica acquisita ad eziologia variabile. Le bronchiectasie possono colpire tutte le età, anche bambini molto piccoli.

L’incidenza e la prevalenza delle bronchiectasie non-FC nei paesi occidentali ed in via di sviluppo rimangono in gran parte sconosciute, tuttavia, quando valutata, l’incidenza varia molto tra le popolazioni considerate: da 3-52 x 100.000 abitanti. 
La formazione e la continua evoluzione delle bronchiectasie sono provocata da un circolo vizioso di infezione delle vie aeree e infiammazione, con modificazione della clearance muco ciliare causata da una alterazione delle ciglia.
Metodi di trattamento, che migliorano la clearance del muco, sono considerati essenziali per migliorare la funzionalità respiratoria e di ridurre la progressione della malattia polmonare. Per questo motivo, vengono utilizzati farmaci per via orale o per via inalatoria e delle tecniche di fisioterapia respiratoria FKT, da soli o in associazione, per rimuovere le secrezioni dalle vie aeree inferiori.
In questa revisione della letteratura pubblicata a giugno 2015  si evidenza una varietà di tecniche di FKT che trovano indicazione nel trattamento delle bronchiectasie non-FC anche nel bambino. Queste tecniche di FKT comprendono drenaggio posturale, percussione, vibrazione della parete toracica, e la stimolazione della tosse.
In letteratura non sono comparsi molti studi dove siano state valutate le varie tecniche di FKT e la loro efficacia nella bronchiectasie non-FC. Per tale motivo la loro indicazione e' spesso estrapolata da altre ricerche, come quelle pubblicate sulla FC e la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO). Un certa cautela è sempre richiesta nell’ importare queste tecniche nel piano terapeutico di pazienti affetti da bronchiectasie non-FC a causa delle differenze pato-fisiologiche tra le varie malattie dove esse sono state utilizzate.

Le tecniche di FKT più descritte sono:

  • ciclo attivo di tecniche di respirazione (ACBT)
  • tecniche di espirazione forzata (FET), drenaggio autogeno
  • il drenaggio posturale
  • pressione positiva espiratoria oscillante (OPEP)
  • oscillazione della parete toracica ad alta frequenza (HFCWO)
  • l'esercizio fisico o di riabilitazione polmonare.

Nel complesso, le tecniche di FKT sembrano essere sicure sia per i adulti sia per i bambini affetti da bronchiectasie non-FC. Portano ad un miglioramento della espettorazione, della funzionalitàrespiratoria e della qualitàdella vita.
Purtroppo, c'è una mancanza di studi randomizzati e controllati (RCT) in questi pazienti, soprattutto nei bambini. Inoltre, nessuno degli studi descrive gli effetti a lungo termine, ma solo interventi brevi o singoli che potrebbero non riflettere la risposta clinica a lungo termine e per quanto valutato non ci sono indicazioni per raccomandare o sconsigliare qualsiasi tipo di tecnica FKT. 

Fonte: Int J Immunopathol Pharmacol. 2015 Jun;28(2):150-9. http://iji.sagepub.com/content/28/2/150.long

 

Articolo a cura di Deborah Snijders