https://simri.it/
2016 14 MAR
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Structured Light Plethysmography, un nuovo alleato nello studio della funzionalità polmonare

Una nuova metodica, non invasiva, senza contatto e priva di esposizione alle radiazioni, per la valutazione della funzionalità respiratoria ricavata attraverso i movimenti respiratori della parete toraco-addominale anteriore.

La Structured Light Plethysmography (SLP) è dotata di uno speciale proiettore che proietta una scacchiera luminosa sul torace e la parte superiore dell'addome del paziente; l'immagine luminosa viene rilevata da due telecamere ad alta velocità poste ai lati del proiettore. Le immagini registrate dalle due telecamere vengono rielaborate tramite un software. Attraverso l’analisi dei movimenti della parete toraco-addominale  vengono estrapolati i volumi e i flussi d’aria polmonari.                                         

 SLP non necessita di una collaborazione attiva da parte del paziente. Questa metodica può essere eseguita direttamente al letto del paziente, il soggetto può stare in stazione eretta, seduta o sdraiata. Tuttavia nei bambini è risultato più semplice mantenendoli sdraiati e simulando il sonno, infatti per l’esame è sufficiente respirare a volume corrente e per  un periodo di massimo 5 minuti.

I parametri respiratori ottenibili sono: frequenza respiratoria, durata della fase inspiratoria, durata della fase espiratoria, tempo respiratorio totale e IE 50 (il rapporto tra il flusso inspiratorio e il flusso espiratorio al 50% del volume totale, se è presente un'ostruzione espiratoria i valori di IE50 sono aumentati). Viene ricostruita una curva flusso-volume virtuale e l’analisi dei movimenti toraco-addominali permette di ricavare dalla curva Konno-Mead  altri parametri:  Principal Angle che  fornisce indicazioni relative a quale  tra due regioni analizzate (addome/torace, sinistra/destra) sia prevalente nel contributo al  lavoro respiratorio,  Spread che fornisce informazioni sul sincronismo dei movimenti di due regioni, come per esempio torace/addome.

 Non sono ancora disponibili in letteratura dati di normalità sulla popolazione pediatrica. Sono però stati condotti diversi studi in cui la nuova tecnologia è stata sfruttata ad esempio per studiare la funzionalità respiratoria in soggetti “atleti” rispetto a persone sedentarie. Recentemente al Congresso dell’European Respiratory Society sono stati presentati i risultati preliminari  di uno studio condotto a Verona per valutare pazienti asmatici con SLP e confrontando i risultati con i dati ottenuti con la spirometria.  Sono in corso altri studi che hanno valutato l’applicabilità di questa metodica in campo pediatrico nel management di pazienti affetti da broncopolmonite o da obesità.

 I vantaggi che si potranno ricavare applicando questa metodica nascono dalla possibilità di ottenere parametri di funzionalità respiratoria in modo rapido, senza richiedere collaborazione al paziente e quindi anche in pazienti che per età o patologia non sono in grado di eseguire adeguatamente un esame spirometrico.

More information  https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT02598336 Validation of Structured Light Plethysmography (SLPvsPNT)

ClinicalTrials.gov Identifier:
NCT02598336

 

Articolo a cura di Michele Ghezzi