http://simri.it/
2016 04 LUG
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Nuovi geomarkers per la malattia asmatica

Uno studio correla la morbilità per asma nelle zone con più alto indice di violenza urbana. 

Si definiscono “geomarkers” le variabili sociali ed ambientali caratterizzanti il paziente che possono influenzare o predire l’incidenza di molte malattie ambiente-correlate. L’asma in particolare è una fra le patologie più complesse dal punto di vista etiopatogenetico proprio per la sua grande variabilità, influenzata da fattori genetici, e soprattutto ambientali. Questi ultimi sono dipendenti dal contesto sociale in cui vive il bambino, che spesso è causa di stress. Infatti lo stress provoca una prolungata attivazione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e del Sistema Nervoso Autonomo, con alterazione dell’equilibrio di glucocorticoidi e catecolamine. Questo può influenzare il modo in cui gli individui rispondono, fisiologicamente, ai trigger per asma, causando più frequenti e, forse, più gravi riacutizzazioni. Questo studio ha provato ad osservare fra i geomarkers asma-correlati il tasso di violenza del crimine urbano, verificando in 4638 bambini asmatici tra 2-17 anni il tasso di riacutizzazioni e/o ospedalizzazioni, o accessi in Pronto Soccorso presso l'Ospedale dei bambini di Cincinnati Medical Center (CCHMC) nel periodo tra il 1 gennaio 2011 e al 31 dicembre 2013. La zona urbana analizzata ha un tasso di povertà infantile del 30,4%, fra i più alti delle città americane; le aree di censimento sono state suddivise in 4 categorie di rischio (basso, medio-basso, medio-alto, alto). I tassi di asma sono risultati proporzionalmente crescenti nei quartieri con più alto grado di violenza (14,0 basso; 26,8 medio basso; 33,7 medio alto; 39,9 alto/1000 bambini). Alti tassi di violenza urbana sembrano quindi correlati ad una maggiore frequenza di visite ambulatoriali e ospedalizzazioni. In conclusione se i rapporti fra lo sviluppo economico e la malattia asmatica sembrano ormai chiari, questi risultati sottolineano come anche l’ambiente sociale in cui vive il bambino giochi un ruolo fondamentale. Questi aspetti posso facilitare una più profonda comprensione dei motivi per cui una malattia controllabile continua a mostrare disparità socio-economiche e razziali consistenti nell’espressione di morbilità potenzialmente prevenibili.

Fonte: Beck AF, Huang B, Ryan PH, Sandel MT, Chen C, Kahn RS. Areas with High Rates of Police-Reported Violent Crime Have Higher Rates of Childhood Asthma Morbidity. J Pediatr. 2016 Jun;173:175-182.e1. doi: 10.1016/j.jpeds.2016.02.018. Epub 2016 Mar 5.

 

 

 

Articolo a cura di Sabrina D'Arpa