http://simri.it/
2016 04 LUG
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale

Interazione gene-ambiente e problemi respiratori nei bambini esposti ad inquinati atmosferici

Il genotipo è in grado di modificare gli effetti dell'inquinamneto ambientale sulla salute respiratoria dei bambini esposti

L'esposizione agli inquinanti ambientali è stata associata ad effetti avversi sui sintomi e sulla funzione respiratoria, soprattutto nei bambini. A tal proposito, è interessante verificare se l'assetto genetico dell'individuo sia in grado di influenzare tali associazioni. In un recente studio condotto in Cina su 97 bambini seguiti per 24 mesi è stato osservato che i soggetti con genotipo glutatione S-transferasi (GST) M1 null presentavano un aumento significativo di leucociti e neutrofili nel lavaggio nasale in associazione all'esposizione a PM2.5. Ancora, bambini con genotipo Superossido Dismutasi (SOD) 2, variante Ala 16, mostravano una riduzione della funzione respiratoria a livello delle vie aeree di piccolo calibro (FEF25%) significativamente e proporzionalmente associata ai livelli di ozono cui erano esposti. I dati suggeriscono quindi che il genotipo antiossidante è in grado di modificare l'infiammazione e la funzione delle vie aeree nei bambini esposti a PM2.5 ed ozono, modulando gli effetti dello stress ossidativo indotto da questi inquinanti sull'albero respiratorio.

FONTE: Chen BY, et al. Schoolchildren's antioxidation genotypes are susceptible factors for reduced lung function and airway inflammation caused by air pollution. Environ Res. 2016; 149: 145-150.

Articolo a cura di Giuliana Ferrante