http://simri.it/
2016 10 NOV
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Prick test: revisione sulle tecniche di lettura automatizzata

I prick test rappresentano la tecnica più utilizzata per la diagnosi delle allergie: una recente revisione ha analizzato le tecniche proposte fino ad oggi per provare ad automatizzarne la lettura.

I prick test rappresentano la più comune e diffusa tecnica diagnostica in campo allergologico, per merito della loro praticità, sicurezza, economicità ed immediatezza. La lettura dei test, comunque, è viziata da un certo grado di soggettività, al punto che la misurazione dei pomfi può risultare diversa per lo stesso paziente se eseguita da due operatori diversi. 

In una recente revisione pubblicata su Allergy sono state analizzate tutte le tecniche automatizzate proposte fino ad oggi allo scopo di superare questo limite e giungere alla standardizzazione della lettura dei prick: si tratta di tecniche molto diverse tra loro, come la misurazione dell'impedenza cutanea, la fotografia, la termografia e i più recenti scanner 3D.

Gli Autori della revisione riconoscono che si tratta di tecniche innovative e potenzialmente utili, ma mettono anche in evidenza che tali strumenti sono costosi, poco pratici e richiedono molto tempo, limitandone l'applicazione al campo della ricerca. Ad ogni modo, la ricerca in questo campo sta andando avanti, e gli sviluppi maggiori potrebbero arrivare dalla fotografia e dagli scanner 3D.

FONTE: Justo X et al. Prick test: evolution towards automated reading. Allergy. 2016 Aug; 71 (8): 1095-102

Articolo a cura di Maria Elisa Di Cicco