http://simri.it/
2016 10 NOV
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Vitamina D ed infezioni respiratorie acute

Cosa dice la letteratura

Attualmente in letteratura esistono dati contrastanti a proposito. Alcuni autori sembrano propendere nell’affermare che bassi livelli di vitamina D favoriscano i processi infiammatori e predispongano maggiormente ad infezioni respiratorie acute delle basse vie aeree ed in particolare a polmoniti; al contrario adeguati livelli di vitamina D proteggono contro le infezioni respiratorie. Uno di questi ultimi studi è stato condotto da Velarde Lopez et al in Guatemala allo scopo di valutare la correlazione esistente tra livelli di vitamina D nel sangue e polmoniti nella stagione epidemica 2012. Effettivamente i pazienti con polmonite avevano tutti livelli sierici più bassi di vitamina D. Tuttavia è ancora difficile stabilire quale sia il cut-off di riferimento per i valori di vitamina D che predispongono a infezioni respiratorie acute.

Fonte:
“Children with lower respiratory tract infections and serum 25-Hydroxyvitamin D3 levels: a case-control study”, di Velarde Lopez AA, Gerber JS, Leonard MB, et al. Pediatric Pulmonology 2016, 51:1080-1087. 

Articolo a cura di Antonella Frassanito