http://simri.it/
2016 25 NOV
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Esposizione ad inquinanti in gravidanza e rischio di asma persistente in età scolare

L’esposizione ad inquinanti da traffico veicolare durante la gravidanza aumenta il rischio di asma persistente in età scolare 

L’epoca prenatale rappresenta una finestra di vulnerabilità nel contesto della quale si realizzano esposizioni a fattori ambientali che possono comportare un rischio aumentato di sviluppare malattie respiratorie dopo la nascita. I dati di un recente studio di coorte canadese su 68.195 bambini seguiti dalla nascita a 10 anni di età dimostrano che durante il follow-up circa la metà dei soggetti ha sviluppato forme persistenti di asma. L’esposizione prenatale ad aumentate concentrazioni di biossido di azoto (NO2), considerato un marker di esposizione ad inquinanti da traffico veicolare, è risultata associata ad un maggior rischio di asma persistente mentre non è stata osservata alcuna associazione con le aree verdi circostanti la zona di residenza. Lo sviluppo di forme persistenti di asma risulta quindi influenzata dall’esposizione ad inquinanti ambientali che si realizza già prima della nascita. Tali osservazioni supportano iniziative di pianificazione e progettazione urbana sostenibili, volte a ridurre il traffico nelle aree residenziali e migliorare la qualità dell’aria.  L’obiettivo prioritario in tema di salute pubblica, ovvero proteggere la salute dei cittadini, non può infatti prescindere dalla necessità di invertire la tendenza al degrado ambientale e sociale in cui versano ormai molte realtà urbane in tutto il mondo.

FONTE: Sbihi H, Koehoorn M, Tamburic L, Brauer M. Asthma Trajectories in a Population-based Birth Cohort: Impacts of Air Pollution and Greenness. Am J Respir Crit Care Med. 2016 Sep 8. [Epub ahead of print]

Articolo a cura di Giuliana Ferrante