http://simri.it/
2017 21 DIC
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Ruolo dell’interazione gene-ambiente nella gravità delle riacutizzazioni asmatiche

La gravità delle riacutizzazioni asmatiche scatenate da infezioni da Rhinovirus è modulata dall’interazione tra virus e genotipo dell’ospite.

L’infezione da Rhinovirus rappresenta una tra le principali cause di morbidità in bambini con asma. Esiste tuttavia una marcata variabilità individuale rispetto alla suscettibilità e alla gravità delle riacutizzazioni Rhinovirus-indotte che possono manifestarsi con sintomi lievi o addirittura fatali. Studiare le basi di questa variabilità fenotipica è essenziale per comprendere i meccanismi biologici che predispongono alcuni bambini asmatici allo sviluppo di riacutizzazioni gravi. Uno studio che ha utilizzato la genome-wide association ha identificato un nuovo polimorfismo (rs6967330) nel locus codificante per la proteina “cadherin-related family member 3” (CDHR3) che risulta essere fortemente associato a riacutizzazioni asmatiche gravi e ricorrenti nei bambini. CDHR3 è una proteina transmembranaria che in vitro agisce da recettore per il Rhinovirus C. La gravità delle riacutizzazioni asmatiche scatenate da infezioni da Rhinovirus è dunque modulata dall’interazione tra virus e genotipo dell’ospite. Uno studio successivo ha dimostrato che il medesimo polimorfismo è associato con il rilievo del Rhinovirus nell’aspirato nasale di bambini infezioni respiratorie moderate-gravi, ma non con il riscontro di altri virus nel materiale biologico. Ciò suggerisce che la variazione genetica nell’allele CDHR3 conferisce un rischio aumentato di riacutizzazioni asmatiche gravi facilitando il legame alla cellula del Rhinovirus C e la sua replicazione. L’osservazione permette inoltre di ipotizzare un ruolo della suddetta variante genotipica nella frequenza degli episodi di wheezing virus-indotto in età prescolare che rappresenta, insieme con l’atopia, un fattore determinante per l’insorgenza di asma negli anni successivi.
Una più completa caratterizzazione genotipica consentirà in futuro la migliore definizione dei fenotipi di asma in pediatria, al fine di sviluppare strategie terapeutiche quanto più possibile personalizzate.

Fonte:
Kantor DB, et al. Gene-environment Interactions Associated with the Severity of Acute Asthma Exacerbation in Children. Am J Respir Crit Care Med. 2017 Nov 21. doi: 10.1164/rccm.201711-2166ED. [Epub ahead of print]

Articolo a cura di Giuliana Ferrante