http://simri.it/
2018 19 APR
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Esposizione ad inquinanti ambientali in epoca prenatale ed incidenza di asma nei primi 6 anni di vita

L’asma materno aumenta gli effetti da esposizione ad inquinanti durante la gravidanza sul rischio di asma nella prole.

Diversi studi epidemiologici dimostrano l’esistenza di un’associazione tra inquinamento ambientale e incidenza di asma in età pediatrica. Alcuni di essi suggeriscono inoltre che questa associazione abbia le sue origini già in epoca prenatale. Un recente studio condotto su 110981 bambini asmatici in Canada ha valutato se alcune caratteristiche personali della madre e del bambino potessero modificare l’associazione tra esposizione perinatale ad inquinanti e sviluppo di asma nei primi 6 anni di vita. Gli Autori hanno osservato che l’esposizione a NO2 e PM2.5 durante il secondo trimestre di gravidanza si associava ad aumentato rischio di asma nei bambini fino ai 6 anni di età. Tale rischio aumentava in maniera sinergica nei figli di madri asmatiche esposte ad elevati livelli di NO2 nel secondo trimestre. Il rischio, inoltre, era aumentato nei maschi, nei nati pretermine o di basso peso, nei nati da madri fumatrici e in quelli la cui madre abitava in zone urbane durante la gravidanza. L’esposizione ad inquinanti in epoca prenatale può quindi avere un diverso impatto sul rischio di asma nelle epoche successive della vita in base alle caratteristiche della madre e del bambino. Questi risultati sottolineano la necessità di ulteriori studi utili a confermare le associazioni identificate, nonché l’importanza di sviluppare programmi di salute pubblica e strategie di prevenzione da attuarsi fin dall’epoca prenatale con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei rischi sulla salute derivanti dall’inquinamento ambientale e di ridurre quanto più possibile tali esposizioni durante la gravidanza.

Fonte: Lavigne E, et al. Effect modification of perinatal exposure to air pollution and childhood asthma incidence. Eur Respir J. 2018 Feb 1. pii: 1701884.

Articolo a cura di Giuliana Ferrante