http://simri.it/
2019 14 FEB
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Cambiamenti climatici e salute: è tempo di agire

SIMRI NETWORK
Le pervasive minacce alla salute poste dai cambiamenti climatici richiedono azioni decisive da parte degli operatori sanitari e governi per proteggere la salute di generazioni attuali e future.

I cambiamenti climatici stanno causando infortuni, malattie e decessi e minacciano la salute di molti milioni di persone se non saranno rapidamente posti in atto gli investimenti per le politiche di adattamento e mitigazione. Quanto emerso dal recente rapporto IPPC (Intergovernmental Panel on Climate Change) 2018 costituisce un valido argomento per effettuare le transizioni "rapide e dirompenti" in tutti i settori (energia, industria, edifici, trasporti e città) con l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C, riducendo entro il 2030 le emissioni antropiche globali di biossido di carbonio di circa 45 % dai livelli del 2010. Ciò ridurrebbe il rischio di superare soglie critiche dannose per i sistemi naturali e le società umane, fornendo al contempo più tempo per l'adattamento. I professionisti della salute hanno ruoli principali da svolgere nell'affrontare il cambiamento climatico. Possono supportare i sistemi sanitari nello sviluppo di un adattamento efficace a ridurre i rischi per la salute derivanti dai cambiamenti climatici, promuovere comportamenti e politiche salutari con basso livello di ambientale, sostenere l'azione intersettoriale per ridurre l'impatto ambientale dei sistemi sanitari e soprattutto intraprendere ricerche e formazione sui rischi derivanti dai cambiamento climatici ed il loro impatto sulla salute

Per approfondire:
- Intergovernmental Panel on Climate Change. Special report: global warming of 1.5 °C: summary for policymakers. Geneva: World Meteorological Organization, 2018 (https://www .ipcc .ch/ sr15/ chapter/ summary –for –policy -makers/).

- Haines A, Ebi K. The Imperative for Climate Action to Protect Health. N Engl J Med. 2019 Jan 17;380(3):263-273.

Articolo a cura di Stefania La Grutta