http://simri.it/
2019 30 APR
Tipologia di contenuto: per la famiglia
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

#AskToExpert: questo mese parliamo di…BRONCHIECTASIE

Bronchiectasie: a chiarire i dubbi che riguardano il tema di questo mese, un esperto noto a livello nazionale, il Professor Fabio Midulla, Professore Associato dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza ".

1)    D: Le bronchiectasie di lieve entità, in un bambino che non presenta altri disturbi, possono guarire?
R: Le bronchiectasie dal punto di vista anatomico si dividono in cilindriche, sacculari e varicose. Le bronchiectasie cilindriche normalmente guariscono, ma è necessario che il paziente segua scrupolosamente i consigli del pneumologo che consistono nel fare una vita sana (sport, non essere esposto al fumo di sigarette, alimentazione corretta e fisioterapia se necessaria), nell’eseguire alcune vaccinazioni come il vaccino per l’influenza e la pertosse e nel trattare in maniera energica con l’antibiotico le eventuali riacutizzazioni broncopolmonari

2)    D: Che accertamenti dovrebbe effettuare un ragazzo di 14 anni con bronchiectasie e poliposi nasale, con test del sudore ripetutamente negativo ed esame delle feci nella norma?
R: Prima di prendere decisioni su quali sarebbero gli accertamenti più indicati è necessario   valutare attentamente la storia clinica e familiare del paziente. Sicuramente il ragazzo dovrebbe fare degli accertamenti per escludere la discenesia ciliare primitiva, valutare la situazione allergologica, eseguire una cultura dell’espettorato per escludere la presenza dello Pseudomonas Aeruginosa e valutare la situazione immunologica. Inoltre se il sospetto di Fibrosi Cistica è molto elevato si potrebbe fare una ricerca genetica più approfondita per la ricerca di eventuali geni della FC non noti.

3)    D: Nella Sua esperienza ha mai riscontrato la presenza di bronchiectasie in bambini di età <5anni?  
R: Sicuramente nei paesi occidentalizzati le bronchiectasie nei bambini sotto cinque anni sono molto rare e io ne avrò viste solo un paio. Esistono però delle situazioni come pazienti con FC grave, immunodeficienze o infezioni polmonari non curate correttamente dove è possibile riscontrare la presenza di bronchiectasie. Sono descritte anche le bronchiectasie congenite ma sono rarissime.

Articolo a cura di Antonino Francesco Capizzi