http://simri.it/
2019 30 LUG
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Multimorbidità della rinite allergica pediatrica

La rinite allergica fa parte di una malattia sistemica che per la gestione clinico-terapeutica richiede il coordinamento di un team multidisciplinare

Nei paesi sviluppati la rinite allergica (RA), nell’infanzia e nella adolescenza, è la più frequente malattia infiammatoria cronica. La multimorbidità è definita come la presenza di una malattia primaria coesistente con la presenza di uno o più condizioni croniche. Più del 75% dei bambini con rinite allergica sviluppa condizioni concomitanti tra cui congiuntivite, asma, dermatite atopica, rinosinusite, otite media con versamento, iperplasia adenoidea, ciò sta a indicare che la rinite allergica non è una condizione isolata ma fa parte di una malattia sistemica. Mariño-Sánchez et al. in una recente revisione hanno riportato che nella popolazione pediatrica con RA, la presenza di uno o più multimorbidità ha un impatto negativo sulla qualità della vita, sulla risposta al trattamento e sul controllo della malattia. Tra le multimorbidità la presenza dei disturbi ostruttivi nasali come la deformità settale, l’allargamento del turbinato e l’iperplasia adenoidea peggiorano i sintomi nasali, soprattutto l’ostruzione. In conclusione, gli autori suggeriscono che per raggiungere un livello più accurato di diagnosi e di gestione clinico-terapeutica della RA, è necessario la coordinazione di un team multidisciplinare fra pediatri, immuno-allergici, dermatologi, pneumologi e otorinolaringoiatri.

Fonte:
Franklin Mariño-Sánchez et al. Multimorbidities of Pediatric Allergic Rhinitis, Meritxell Valls-Mateus, Current Allergy and Asthma Reports (2019) 19: 13

Articolo a cura di Velia Malizia