http://simri.it/
2019 25 SET
Tipologia di contenuto: per la famiglia
Registro comunicativo: divulgativo
Area di interesse: Famiglia

FAQ: Domande & risposte. Radiografia e TC del torace

Questo mese parliamo di… Radiografia e TC del torace!

1. D: Cosa sono radiografia e la TC del torace? Che differenza c'è tra la radiografia e la TC del torace?

R: La radiografia e la TC del torace sono due esami radiologici che permettono di valutare l'aspetto di tutte le strutture contenute all'interno del torace, quindi non solo polmone e vie aeree ma anche cuore e vasi sanguigni, gabbia toracica (coste e sterno), timo, linfonodi e parte delle vie digerenti. La radiografia rappresenta l'esame di partenza (la storica “lastra”) e permette di scattare una fotografia del torace in profondità. La TC è la normale prosecuzione in caso di necessità di approfondimento in quanto le fotografie sono più di una e permettono una ricostruzione più fine di tutto il torace.

2. D: Questi esami sono pericolosi per la salute di mio figlio? Si tratta di esami diagnostici invasivi? 

R:  Sia la radiografia che la TC del torace non sono esami né pericolosi né invasivi. La radiografia del torace si può eseguire a qualsiasi età e senza preparazioni particolari. Per la TC del torace, se il bimbo è molto piccolo e quindi non in è grado di stare fermo per la durata dell'esame (meno di cinque minuti in tutto) si preferisce eseguire una sedazione leggera. In pratica si somministra un farmaco per far dormire il bimbo per il tempo necessario.

3. D: Cosa si intende per radiazioni ionizzanti?  Si tratta di qualcosa di pericoloso?

R: Sia la radiografia che la TC del torace sono esami che sfruttano le radiazioni ionizzanti cioè la proprietà di sostanze radioattive di emettere particolari particelle che vengono poi riflesse dal nostro corpo in maniera differente a seconda delle strutture incontrate. Questa differenza di riflesso genera l'immagine radiologica. Tutte queste parole non devono però spaventare perchè le radiazioni assorbite in caso di questi esami sono minime anche se per la TC ne vengono assorbite una quota maggiore (di circa 300 volte) rispetto alla semplice radiografia. Per fare un esempio potete considerare che la dose di radiazioni fornite da una radiografia del torace corrisponde alle radiazioni normalmente assorbite dal nostro corpo nell'arco di tre giorni a seguito della sola esposizione alle radiazioni naturali della terra. 

4. D: Chi decide che tipo di diagnostica radiologica eseguire?

R: La scelta del tipo di esame diagnostico spetta al Medico e, nel caso della indicazione ad eseguire la TC, che rappresenta esame di approfondimento, è solitamente indicata dal Medico specialista.

5. D: Quali sono i riscontri che mi devono preoccupare nel referto dell'indagine?

R: L'immagine radiologica, sia che si parli di radiografia, sia che si parli di TC del torace, rappresenta una degli elementi utili alla definizione della diagnosi. Ogni riscontro va quindi interpretato alla luce degli elementi anamnestici e dei riscontri clinici. E' sempre bene affidarsi alle cure e all'interpretazione del proprio Medico di fiducia per non incorrere in ansie immotivate.

Articolo a cura di Angelo Mazza