http://simri.it/

- La Gestione delle Vie aeree nel paziente pediatrico

Volume 18, Numero 70 - Giugno 2018

La corretta gestione della fase acuta della bronchiolite e le “red flags” per il pediatra

La bronchiolite è la causa più frequente di infezione delle basse vie respiratorie nel bambino di età inferiore ad 1 anno. Nonostante l’alta incidenza, il significativo costo economico, la notevole morbidità e la possibile mortalità associate alla malattia, ancora oggi non esistono sicure evidenze sulla sua gestione. Il pediatra che prende in carico un bambino con bronchiolite deve conoscere attentamente la definizione della malattia, la sua storia naturale ed i cardini della sua gestione. In particolare le red flags per il medico sono il distress respiratorio e la disidratazione, che si aggravano intorno al 3º-7º giorno di malattia. La riduzione dell’introito alimentare è il primo segno che compare ed il primo a normalizzarsi quando il bambino comincia a guarire, almeno 22 ore prima che la SaO2 si normalizzi. Una sovra-infezione batterica è una possibile ma rara complicanza, che deve sempre essere esclusa in tutti i bambini indipendentemente dalla forma clinica all’esordio. Infine, ad oggi il trattamento dei bambini con bronchiolite si basa principalmente sulla terapia di supporto.