http://simri.it/

- La Gestione delle Vie aeree nel paziente pediatrico

Volume 18, Numero 70 - Giugno 2018

Gestione dell’attacco acuto di asma in età pediatrica

L’attacco acuto di asma è una condizione frequente ed è causa di un elevato numero di accessi in pronto soccorso (PS) e di ricoveri in ospedale. Essi possono essere espressione di asma grave, ma molto spesso dipendono dalla mancanza di un piano prestabilito con il medico curante per trattare l’attacco acuto e/o dalla scarsa conoscenza della malattia da parte della famiglia. È indispensabile instaurare un piano razionale d’intervento, considerata l’elevata prevalenza dell’asma in età pediatrica e la possibilità di attacchi acuti potenzialmente fatali. I beta2 agonisti a breve durata d’azione rappresentano il trattamento di prima scelta in caso di asma acuto. L’ipratropio bromuro deve essere considerato nell’attacco acuto moderato o grave di asma. La somministrazione precoce di steroidi è associata ad un rischio ridotto di visite in PS e di ricoveri in ospedale. Gli antagonisti del recettore dei leucotrieni non sono invece raccomandati. Non ci sono indicazioni all’uso dell’aminofillina in caso di episodio lieve o moderato. Scarse evidenze supportano il suo utilizzo negli attacchi potenzialmente fatali. Il magnesio solfato (MgSO4) per via endovenosa è utilizzato negli episodi gravi.