http://simri.it/

- La Gestione delle Vie aeree nel paziente pediatrico

Volume 18, Numero 70 - Giugno 2018

Le reazioni allergiche da lievi a gravi: tipologie, cause e trattamento dall’ambulatorio al pronto soccorso

Le malattie allergiche tendono ad essere sempre più frequenti nella popolazione e comprendono diverse sfaccettature cliniche che vanno dall’asma alla rinite allergica, all’eczema, fino alle allergie alimentari. L’allergia alimentare è una risposta immunitaria avversa agli alimenti. Essa viene classificata in IgE-mediata e non IgE-mediata. La diagnosi di allergia alimentare dipende in gran parte dalla storia anamnestica, dai test per la sensibilizzazione e dal test di provocazione orale, che rappresenta il gold standard, ma l’uso emergente della diagnostica molecolare dei componenti sta migliorando l’accuratezza diagnostica.                            Tutti i farmaci hanno il potenziale per causare effetti collaterali, noti anche come “reazioni avverse al farmaco”, ma non tutti sono di natura allergica. Il sospetto clinico di una reazione allergica ai farmaci deriva dall’anamnesi, che deve considerare la possibilità di reazioni anche a basse dosi e il tempo trascorso tra l’assunzione di farmaci e le manifestazioni cliniche. L’anafilassi è una condizione allergica pericolosa per la vita. I tre trigger più comuni per l’anafilassi sono cibo, farmaci e insetti. Tutti questi fattori scatenanti sono fonti di considerevole morbilità e mortalità.