http://simri.it/
2016 04 LUG
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Effetti della supplementazione di antiossidanti sui valori di ossido nitrico esalato in bambini asmatici

Sulla rivista Allergy and Asthma Proceeding  è stato pubblicato un articolo sull’utilizzo di antiossidanti in bambini in terapia per asma per ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo

Studi recenti hanno dimostrato che eliminare l’esposizione agli allergeni in soggetti con asma allergico ha un effetto paragonabile alla somministrazione di steroidi inalatori (ICS) sull’infiammazione delle vie aeree.  Tuttavia non è stato evidenziato alcun effetto degli ICS sullo stress ossidativo bronchiale.

Questo studio ha valutato retrospettivamnete il potenziale effetto di un integratore alimentare contente antiossidanti sui valori di ossido nitrico esalato in 47 bambini con asma moderato-grave in trattamento farmacologico.

Tutti i pazienti presentavano sensibilizzazione allergica a  Dermatophagoides pteronyssinus e Dermatophagoides farinae, ed eseguivano terapia con ICS al dosaggio minimo  necessario per mantenere un adeguato controllo della sintomatologia. Dopo alcune settimane di soggiorno in una struttura ospedaliera in alta quota, il trattamento con ICS è stato gradualmente ridotto. Successivamente ad un gruppo di bambini con terapia di 200 mcg di fluticasone propionato, è stato prescritto un integratore alimentare nutraceutico per almeno 4 settimane, mentre l’altro gruppo eseguiva la terapia convenzionale.  La funzionalità polmonare e valori FeNO basali nei due gruppi di pazienti erano sovrapponibili.  

Le prove di funzionalità respiratoria e la misurazione dell'ossido nitrico esalato (FeNO) sono state eseguite all’inizio e dopo 1 mese di supplementazione con l’integratore.

Dopo 4 settimane di integratore alimentare i valori di FeNO sono diminuiti da 19.00 ppb (range interquartile, 14-31 ppb) a 11.00 ppb (range interquartile, 6-23 ppb) (P=0,03). Nessuna significativa riduzione è stata osservata invece nel gruppo che non ha ricevuto la supplementazione. Inoltre nessuna differenza significativa è stata osservata tra i gruppi, sia al basale che dopo 4 settimane di supplementazione con l’integratore.

Questo studio ha dimostrato come la supplementazione con un composto di antiossidanti e composti anti-infiammatori, come curcuma, resveratrolo, fosfolipidi di soia, zinco, selenio e vitamina D, possa essere associata ad una riduzione del grado di infiammazione delle vie aeree.

Articolo completo: Tenero L, Piazza  M, Zanoni L, Bodini A, Peroni D, Piacentini G. Antioxidant supplementation and exhaled nitric oxide in children with asthma. Allergy Asthma Proc. 2016 Jan-Feb;37(1):e8-13.

Articolo a cura di Laura Tenero