https://simri.it/
2020 26 MAR
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: divulgativo
Area di interesse: Medico - Famiglia

Gestione dell'asma in corso di pandemia COVID-19

Dalla SIMRI alcune raccomandazioni per la gestione dei pazienti pediatrici con asma

Sulla base delle raccomandazioni internazionali espresse in questi giorni dalla Global Initiative for Asthma (GINA), in piena emergenza per la pandemia da COVID-19 in corso, è estremamente importante che bambini e adolescenti affetti da asma continuino ad assumere regolarmente le cure prescritte dal proprio medico. Sebbene infatti i bambini e gli adolescenti presentino un rischio più basso, rispetto agli adulti, di sviluppare infezioni gravi, non è ancora noto se l’asma possa rappresentare un fattore di rischio aggiuntivo per un’infezione da coronavirus.

La SIMRI, in accordo con le linee guida internazionali GINA, fornisce le seguenti raccomandazioni:

I bambini con asma devono continuare ad assumere tutti i loro farmaci, compresi i corticosteroidi per inalazione, come prescritto dal proprio medico.

In caso di attacchi acuti di asma, i pazienti devono assumere un breve ciclo di terapia a base di corticosteroidi orali, se indicato nel piano d'azione per l'asma o dal proprio medico, per prevenire possibili conseguenze gravi.

• In rari casi, i pazienti con asma grave potrebbero richiedere un trattamento a lungo termine con corticosteroidi orali in aggiunta ai loro farmaci per inalazione. Questo trattamento deve essere continuato alla dose più bassa possibile. Nei pazienti con asma grave dovrebbero essere utilizzati farmaci biologici, al fine di limitare il più possibile la necessità di corticosteroidi orali.

I nebulizzatori dovrebbero, laddove possibile, essere evitati per il trattamento degli attacchi acuti di asma a causa dell'aumentato rischio di diffusione di COVID-19 (ad altri pazienti e al personale sanitario).

Il device da preferire per il trattamento degli attacchi gravi è lo spray in bomboletta pressurizzata con distanziatore (i distanziatori non devono essere condivisi a casa).

• Durante il trattamento di un attacco grave, la terapia di fondo deve essere continuata (a casa e in ospedale).

I bambini con rinite allergica devono continuare ad assumere i corticosteroidi nasali, come prescritto dal medico.

I test di spirometria di routine devono essere sospesi per ridurre il rischio di trasmissione del virus e, se ritenuti assolutamente necessari, devono essere assicurate adeguate misure di controllo delle infezioni.

FONTE: Global Initiative for Asthma, www.ginasthma.org

Articolo a cura di Giuliana Ferrante