https://simri.it/
2020 30 NOV
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico - Famiglia

Qual è il volto dei nuovi fumatori in Italia?

Ecco come sta cambiando il profilo dei giovani consumatori di tabacco in Italia

Negli ultimi anni l’immissione in commercio di sigarette elettroniche ha aumentato in maniera significativa il consumo di prodotti a base di nicotina tra gli adolescenti. Uno studio recentemente condotto in Italia ha esaminato le tendenze relative al consumo di tabacco in studenti di età compresa tra 15 e 19 anni. La prevalenza dei fumatori di sigarette una tantum è leggermente diminuita dal 60,9% nel 2012 al 56,9% nel 2018, mentre la percentuale di studenti che “svapano” è aumentata dal 32,9% nel 2013 al 52% nel 2018. Combinando l'uso di sigarette e di prodotti per lo svapo, ciò si traduce in un aumento della prevalenza del consumo una tantum di tabacco dal 60,8% nel 2013 al 66,2% nel 2018. Dall’indagine risulta inoltre che 3 adolescenti su 10 hanno avuto esperienza di fumo di sigaretta e/o svapo e che gli studenti più giovani sono più inclini al consumo combinato di sigarette tradizionali e di prodotti per lo svapo. Nonostante una lieve diminuzione del consumo di sigarette tradizionali, la prevalenza di studenti italiani che si avvicinano a nuove modalità di consumo del tabacco è quindi in sostanziale aumento. La popolarità di prodotti alternativi a base di nicotina, in particolare le sigarette elettroniche, è aumentata tra gli adolescenti, attirando una nuova fetta di giovani consumatori che tendono a fumare sia le sigarette tradizionali che i prodotti alternativi a base di nicotina. Una normativa che limiti l'accesso dei più giovani a questi prodotti è dunque urgentemente necessaria.

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0955395920302802?casa_token=ksA_733kJgAAAAAA:2psGKPJGagY07tVilvFwuIccJQRCTletZXX_JqpJVAcz55DXOV_GQRJLSNw0IVmRqnH3Jrs4cIg

Articolo a cura di Giuliana Ferrante