https://simri.it/
2021 27 APR
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo:
Area di interesse: Medico - Famiglia

Cosa c'è di nuovo nella terapia per la fibrosi cistica?

Una combinazione di 3 farmaci potrebbe rappresentare il futuro della terapia nei pazienti con fibrosi cistica, come dimostrato dai risultati di alcuni recenti studi, consentendo ai pazienti di avere una migliore qualità di vita.

La fibrosi cistica (CF) è una malattia genetica causata da mutazioni nel gene CFTR. La sua mutazione CFTR più comune nei soggetti di discendenza europea è F508del, presente fino al 90% di questi pazienti.
Pertanto, nuove terapie sono allo studio per migliorare la qualità della vita di questi pazienti.
Due studi di fase 3 (1-2) hanno valutato un regime di tripla combinazione costituito da elexacaftor (ELX) / tezacaftor (TEZ) / ivacaftor (IVA), modulatori CFTR a piccole molecole. Questi farmaci erano generalmente sicuri e ben tollerati in entrambi gli studi e questo regime ha mostrato efficacia clinica in pazienti con fibrosi cistica eterozigote per la mutazione F508del-CFTR di età pari o superiore a 12 anni.
In un altro recente studio pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine (3), 506 pazienti di entrambi gli studi hanno anche partecipato a uno studio di fase 3 per valutare ulteriormente la sicurezza e l'efficacia a lungo termine di questi 3 farmaci.
I risultati preliminari dimostrano che 471 (93,1%) partecipanti hanno sperimentato eventi avversi: la maggior parte di loro ha avuto eventi avversi lievi o moderati (i più comuni includono infezioni polmonari, tosse e dolore, aumento delle transaminasi), mentre solo 80 partecipanti (15, 8%) ha subito gravi eventi avversi (esacerbazioni polmonari infettive, emottisi e ostruzione intestinale). Solo sette partecipanti (1,4%) hanno dovuto interrompere il trattamento; la maggior parte degli eventi avversi erano ancora tollerabili.
A 24 settimane dall'inizio del trattamento, ci sono stati miglioramenti significativi in questi pazienti rispetto ai controlli che hanno assunto il placebo. Sono stati migliorati i parametri spirometrici (FEV1), riduzione della concentrazione di cloro nel sudore, migliore indice di massa corporea (BMI), riduzione delle esacerbazioni respiratorie e miglioramento dei parametri respiratori valutati nei test relativi alla percezione della qualità della vita di questi pazienti.
In conclusione, attendiamo risultati definitivi che valuteranno se questa combinazione di farmaci rappresenterà la nuova opzione terapeutica sicura ed efficace nei pazienti con fibrosi cistica dai 12 anni in su.

Bibliografia
1. Middleton PG, Mall MA, Dřevínek P, Lands LC, McKone EF, Polineni D, et al.; VX17-445-102 Study Group. Elexacaftor-tezacaftor-ivacaftor for cystic fibrosis with a single Phe508del allele. N Engl J Med 2019;381:1809–1819.
2. Heijerman HGM, McKone EF, Downey DG, Van Braeckel E, Rowe SM, Tullis E, et al.; VX17-445-103 Trial Group. Efficacy and safety of the elexacaftor plus tezacaftor plus ivacaftor combination regimen in people with cystic fibrosis homozygous for the F508del mutation: a double-blind randomised, phase 3 trial. Lancet 2019;394: 1940–1948.
3. Griese M, Costa S, Linnemann RW, Mall MA, McKone EF, Polineni D, et al. Safety and Efficacy of Elexacaftor/Tezacaftor/Ivacaftor for 24 Weeks or Longer in People with Cystic Fibrosis and One or More F508del Alleles: Interim Results of an Open-Label Phase 3 Clinical Trial. Am J Respir Crit Care Med. 2021 Feb 1;203(3):381-385.
4. Dagenais RVE, Su VC, Quon BS. Real-World Safety of CFTR Modulators in the Treatment of Cystic Fibrosis: A Systematic Review. Journal of Clinical Medicine. 2021; 10(1):23 

Articolo a cura di Annamaria Sapuppo