https://simri.it/

- Tematiche Attuali in Pneumologia Pediatrica

Volume 20, Numero 79 - Settembre 2020

La telemedicina e la ventilazione domiciliare a lungo termine

La telemedicina rappresenta un campo in espansione, che sempre più si sta diffondendo nella gestione dei pazienti affetti da patologia cronica. Nello specifico i bambini affetti da insufficienza respiratoria cronica ed in ventilazione meccanica domiciliare a lungo termine, rappresentano una popolazione che può beneficiare dei vantaggi offerti dall’uso delle telecomunicazioni in campo medico.
Il tele-monitoraggio dei ventilatori domiciliari consente al clinico di accedere da remoto ai dati del software integrato al ventilatore del paziente e di valutare pertanto l’aderenza all’utilizzo del ventilatore, l’efficacia della ventilazione ed eventuale presenza di fughe d’aria. Tali informazioni consentono di avere dati rispetto all’andamento del paziente in ventilazione e potenzialmente potrebbero portare a una riduzione degli spostamenti per valutazione del setting ventilatorio, nonché ad un monitoraggio a distanza del paziente in corso di training alla ventilazione, con riduzione del tempo di ospedalizzazione. I limiti dell’applicazione della telemedicina nel campo della ventilazione domiciliare a lungo termine sono rappresentati prevalentemente da una mancanza di standardizzazione dei dati ottenuti, dall’assenza in commercio di software ad uso specificamente pediatrico e dalla difficoltà di accesso alla tecnologia per le fasce di popolazione più povere.
In conclusione, il tele-monitoraggio è senz’altro una promettente modalità di follow-up dei pazienti in ventilazione meccanica domiciliare a lungo termine e avrà verosimilmente un ruolo sempre più determinante in futuro nella gestione di tali pazienti. Ulteriori studi su larga scala sono necessari per validare e standardizzare l’utilizzo della telemedicina in questo campo di applicazione.