https://simri.it/

- L'infezione da SARS-CoV-2 in Pneumologia Pediatrica

Volume 21, Numero 81 - Marzo 2021

Asma e COVID-19

La pandemia COVID-19 (Coronavirus Disease 2019) causata da SARS-CoV-2 (severe acute respiratory syndrome coronavirus 2) ha colpito solo marginalmente la popolazione pediatrica, con un decorso per lo più paucisintomatico o asintomatico. Tra i bambini maggiormente a rischio di contrarre l’infezione da SARS-CoV-2, e di sviluppare una malattia più grave, vi sono coloro che presentano patologie pre-esistenti. L’asma non sembra essere un significativo fattore di rischio, anche se i dati in letteratura ad oggi disponibili sono frammentari e poco omogenei. Infatti, analizzando il meccanismo fisiopatologico alla base dell’interazione di SARS-CoV-2 con l’epitelio respiratorio del bambino asmatico, sembra che l’infiammazione di tipo 2 possa avere un ruolo protettivo nei confronti dell’infezione da SARS-CoV-2. A livello internazionale le più recenti raccomandazioni per i soggetti asmatici enfatizzano l’importanza di mantenere un buon livello di controllo clinico dell’asma, continuando regolarmente la terapia di fondo (includi gli steroidi per via inalatoria). Viene inoltre raccomandato, anche nei bambini, il rispetto delle norme di distanziamento sociale e l’uso delle mascherine facciali.