http://simri.it/

- Documento inter-societario AAIITO/AIPO/SIMRI Asma grave: Dall'infanzia all'età adulta

Volume 18, Numero 69, Marzo 2018

L’epidemiologia dell’asma grave e l’utilità di un registro

L’asma grave è una condizione rara ed eterogenea che negli ultimi anni ha attirato l’attenzione della comunità scientifica per i suoi alti costi sociali e la difficoltà nella gestione. I dati epidemiologici sull’asma grave sono in generale piuttosto scarsi: lo studio condotto in Italia da SIMRI fa pensare ad una prevalenza di asma grave nell’ordine di 1-3 x 10.000 bambini ed adolescenti. Le Linee Guida (LG) congiunte della European Respiratory Society (ERS) e American Thoracic Society (ATS) pubblicate nel 2014, rappresentano il testo di riferimento per l’asma grave. Tale documento introduce il concetto che vi può essere anche un asma grave controllato dalla terapia, fornisce un algoritmo diagnostico composto di step successivi volti ad escludere una patologia mimante l’asma, a valutare la presenza di fattori di confondimento di tipo ambientale o legati alla scarsa compliance terapeutica ed enfatizza l’importanza di escludere patologie concomitanti che possono complicare il quadro clinico (principalmente: rinosinusite, reflusso gastro-esofageo, obesità).La necessità di studiare meglio la storia naturale dell’asma grave, ha portato la SIMRI a promuovere un database nazionale pediatrico dei pazienti affetti secondo i criteri ATS/ERS 2014 attraverso uno studio multicentrico prospettico di tipo osservazionale. La SIMRI si propone di realizzare 3 sotto progetti: lo studio delle resistenze respiratorie con la metodica oscillometrica; lo studio delle ripercussioni psicologiche nei pazienti con asma grave; lo studio dei metaboliti urinari nei pazienti che intraprendono una terapia con omalizumab allo scopo di valutare il profilo metabolomico dei responder rispetto ai non responder. La gestione clinica da un lato e la ricerca scientifica dall’altro sollecitano inoltre uno sforzo di integrazione fra i centri pediatrici e quelli degli adulti per una stima più precisa della prevalenza dell’asma grave e per una maggiore conoscenza della evoluzione naturale della malattia. Da qui l’importanza di strutturare un Registro comune che già vede una comunità di intenti e di collaborazione tra la Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili (SIMRI) e l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO).