http://simri.it/
2015 19 NOV
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Raccomandazioni della SIN sulla profilassi delle infezioni da VRS

Il Virus Respiratorio Sinciziale continua a rappresentare una delle principali cause di infezione respiratoria acuta in età pediatrica, soprattutto nei bambini di età inferiore a due anni. 

Il Virus Respiratorio Sinciziale è la più frequente causa di infezione delle vie aeree nei bambini al di sotto dei 2 anni e la bronchiolite ne è la principale manifestazione, che rappresenta a sua volta la principale causa di ospedalizzazione sotto l’anno di vita. Il rischio di infezione grave è particolarmente elevato nei bambini sotto ai 3 mesi di vita o con fattori di rischio quali la prematurità, la displasia broncopolmonare e le cardiopatie congenite.

La terapia delle infezioni da VRS è solamente di supporto: di conseguenza, la profilassi dell’infezione è fondamentale e il suo cardine è rappresentato dalla prevenzione igienico-ambientale consistente nel lavaggio accurato delle mani e nell’evitamento dell'esposizione al fumo di sigaretta e degli ambienti affollati. L’unico strumento farmacologico ad oggi disponibile per la prevenzione delle infezioni da VRS è il palivizumab, anticorpo monoclonale umanizzato, prodotto mediante tecnologia del DNA ricombinante e diretto verso un epitopo del sito antigenico A della proteina di fusione F del VRS.

Recentemente la Società Italiana di Neonatologia (SIN) ha reso disponibili le raccomandazioni aggiornate sull’impiego di tale farmaco nella profilassi dell'infezione da VRS, prodotte sulla base delle più recenti evidenze scientifiche.

Il documento è liberamente scaricabile sul sito della SIN tramite questo link: 
http://www.neonatologia.it/upload/2313_Raccomandazioni_VRS.pdf

 

Articolo a cura di Maria Elisa Di Cicco