http://simri.it/
2016 24 MAG
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Poche evidenze sull'uso del corticosteroide orale nelle riacutizzazioni del wheezing del bambino prescolare.

Un metanalisi suggerisce che l'evidenza attuale è insufficiente per formulare precise raccomandazioni cliniche.

Tra i Pediatri l'utilizzo dei corticosteroidi orali (OCS) è una pratica standard per il trattamento delle riacutizzazioni da wheezing. In realtà, il wheezing nei bambini piccoli è considerato una manifestazione precoce di asma, causata dallo stesso processo fisiopatologico. Tuttavia, i recenti studi che hanno valutato l'efficacia degli OCS in età prescolare hanno mostrato risultati contrastanti, suggerendo la presenza di eterogeneità nel wheezing. Castro Rodriguez et al. si sono posti l’obiettivo di valutare l'efficacia degli OCS, rispetto al placebo, nei bambini fino a 6 anni, attraverso una revisione sistematica. Tale metodologia ha lo scopo principale di raccogliere informazioni sull’entità di un effetto, scandagliando precedenti studi accuratamente selezionati. Le informazioni sono spesso sintetizzate quantitativamente attraverso una metanalisi; tuttavia, l'effetto medio risulta privo di senso in presenza di eterogeneità significativa, e si rende necessaria un’analisi per sottogruppi. Nello studio citato, 11 clinical trial randomizzati (RCT) sono stati selezionati in quanto in linea con gli obiettivi della revisione sistematica, dopo una ricerca su diversi database e librerie. Le linee guida PRISMA [http://www.prisma-statement.org/] sono state seguite per effettuare la revisione; inoltre, come indicato nel manuale Cochrane [http://manuale.cochrane.org/] è stata effettuata una valutazione del rischio di bias per gli studi inclusi. Si è ipotizzato che l’eterogeneità fosse dovuta a: gravità delle riacutizzazioni, modalità di somministrazione, età, tipo di OCS, qualità metodologica e  presenza di sponsor. Gli OCS non sono risultati efficaci tra pazienti "ambulatoriali", mentre lo sono stati tra i pazienti "ricoverati"e tra quelli in dipartimento di emergenza con minor rischio di ospedalizzazione. Gli OCS non sono risultati efficaci negli studi non sponsorizzati, mentre lo sono stati tra gli studi che non hanno fornito informazioni sull’eventuale finanziamento. 

Tale studio suggerisce che l'evidenza attuale è insufficiente per formulare precise raccomandazioni cliniche circa l'utilizzo degli OCS nei bambini in età prescolare; sarebbe opportuno che gli studi futuri impieghino metodologie più simili.

CASTRO‐RODRIGUEZ JA, BECKHAUS AA, FORNO E. Efficacy of oral corticosteroids in the treatment of acute wheezing episodes in asthmatic pre-schoolers: Systematic review with meta‐anaysis. Pediatric Pulmonology, 2016, Apr 13. doi: 10.1002/ppul.23429. [Epub ahead of print].

Articolo a cura di Salvatore Fasola