https://simri.it/
2015 19 OTT
Tipologia di contenuto: news
Registro comunicativo: professionale
Area di interesse: Medico

Dispnea da sforzo: quando asma non è!

La dispnea da sforzo è un sintomo spesso riferito da pazienti che afferisco presso i centri di Broncopneumologia. Escluse le cause non respiratorie di questo sintomo vengono tentate terapie anti asmatiche anche se spesso non si apperezza una reale sintomatologia asmatica nè la positività del test da sforzo spirometrico per asma da sforzo (Exercise Induced Asthma, EIA).

La dispnea indotta dallo sforzo fisico non è comune nei giovani sani. La prevalenza di Exercise Induced Asthma (EIA) è stimata essere dell’8–10 % in una popolazione di bambini sani ed approssimativamente del 35 % in bambini con asma non trattata.
Distinguere l’EIA dall’ostruzione delle alte vie aeree indotta da sforzo (Exercise-Induced Inspiratory Stridor, EIIS) è difficile se si utilizzano solo criteri clinici, in quanto i sintomi dell'EIA e  dell' EIIS sono spesso sovrapponibili.
Nell'EIIS la dispnea si presenta prevalentemente verso la fine dello sforzo fisico mentre l’EIA ha un picco dopo  3–15 min dalla fine dello sforzo fisico. Generalmente l' EIIS è  associato ad ostruzione laringea.
In questo recente lavoro sono stati studiati 151 pazienti con dispnea da sforzo.  Sono state eseguite e registrate  laringoscopie transnasali con laringoscopio flessibile durante uno sforzo fisico progressivo. Osservando le caratteristiche laringee durante lo sforzo fisico, gli autori hanno proposto criteri diagnostici per le EISS che prendono in considerazione:segni clinici, indici di funzionalità polmonare e caratteristiche laringee osservate con l'esame  laringoscopico. Nei pazienti con EIIS studiati sono stati osservati differenti pattern di risposta allo sforzo fisico mostrati nei supplementi elettronici dell'articolo.
Secondo quanto osservato durante l'esame endoscopico  i pazienti con pattern tipico sono caratterizzati da normalità della laringe a riposo associata ad ostruzione moderata-severa causata dall' adduzione delle strutture laringee durante l’esercizio fisico.
L’interesse di questo studio, oltre la caratterizzazione dei vari tipi di EIIS, è di porre l’accento su una problematica che  viene di frequente confusa con asma e trattata come tale, spesso senza beneficio.
La causa eziopatogenetica della ostruzione delle alte vie aeree indotta da sforzo  (EIIS) rimane al momento sconosciuta anche se spesso si associa alla presenza di EIA. La terapia delle EIIS isolate può essere chirurgica nei casi severi oppure riabilitativa e logopedica nei moderati-lievi.

Fonte:
Larynx during exercise: the unexplored bottleneck of the airways. Ola Drange Røksund Eur Arch Otorhinolaryngol. 2015; 272(9): 2101–2109. Published online 2014 Jul 18. doi:  10.1007/s00405-014-3159-3

Articolo a cura di Valeria Caldarelli